Pagina 1 di 1

Asintoti rettilinei e parabolici

Inviato: mer 14 feb 2007, 14:15
da franced
Salve, in questo periodo sto spiegando ai miei studenti come si fa a vedere se una funzione razionale fratta ammette asintoti rettilinei o di altro tipo.
Io credo che il metodo migliore consista nella divisione polinomiale: il quoziente della divisione restituisce proprio l'equazione dell'asintoto. A mio avviso, inoltre, non dobbiamo limitarci al calcolo degli eventuali asintoti rettilinei (verticali e/o obliqui). Un asintoto parabolico (o cubico) non ha poi così niente di strano...
Per me questo metodo è il più "naturale"; che ne pensate?


Francesco Daddi

Inviato: ven 25 apr 2008, 16:51
da azraphael
Concordo sull' inutilità didattica della presentazione di un asintoto parabolico o cubico; su quello obliquo io personalmente preferisco utilizzare, comunque, la formula con i limiti. Evito una meccanizzazione del calcolo.