Sul significato del termine battere...

Limiti di successioni e funzioni, formula di Taylor
Messaggio
Autore
Faust
Utente in crescita
Utente in crescita
Messaggi: 13
Età: 24
Iscritto il: domenica 29 settembre 2019, 21:50
Località: Spinea(VE)

Sul significato del termine battere...

#1 Messaggioda Faust » mercoledì 16 ottobre 2019, 12:31

Salve a tutti! Ho sfogliato varie pagine del forum e googlato la cosa ma non ho trovato chiarimenti sufficienti sull'argomento. Probabilmente è una domanda un po' banale ma ci tengo ad avere un chiarimento su di essa. Il mio dubbio è questo
Con le successioni: quando si dice che una successione batte un altra quando va al limite +infinito significa che a(n) batte b(n) se a(n)/b(n) tende a + infinito
e b(n)/a(n) tende a zero. Ora vedendo questo io ho interpretato il termine "battere" come un man mano che n cresce a(n) diventa più grande di b(n) quindi chi batte è chi diventa più grande.

Tuttavia settimana scorsa ho visto le lezioni sugli o piccoli e si dice che f(x) batte g(x) nel limite lim con x-->x0 f(x)/g(x) = 0. Questo fa cadere decisamente la mia interpretazione. Nel senso che più ci si avvicina a x0 f(x) non diventa più grande di g(x) bensì diventa più piccolo perché poi il limite del rapporto è uguale a 0.

Dunque provo a dare una nuova interpretazione del termine battere: f(x) batte g(x) per x che tende a x0 se f(x) va più velocemente di g(x) sul punto x0 quindi f(x) diventa più piccola di g(x) man mano che si ci avvicina a x0 da ciò il rapporto è zero. ad esempio con X^2=o(x) per x --> se guardo il grafico x è una retta mentre x^2 è una parabola più mi avvicino a zero più la distanza di f(x)=x^2 è sempre minore di quella di g(x)=x. in definitiva se x tende a un punto dei reali f(x) batte g(x) in quel punto se il rapporto f(x)/g(x) per x che tende a un pt. è zero mentre se x tende a + o - infinito f(x) batte g(x) se il rapporto f(x)/g(x) tende rispettivamente a + o - infinito

Faust
Utente in crescita
Utente in crescita
Messaggi: 13
Età: 24
Iscritto il: domenica 29 settembre 2019, 21:50
Località: Spinea(VE)

Re: Sul significato del termine battere...

#2 Messaggioda Faust » mercoledì 16 ottobre 2019, 12:37

nella terzultima riga intendo X^2=o(x) per x --> 0.

Avatar utente
GIMUSI
Cultore della matematica di base
Cultore della matematica di base
Messaggi: 1120
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 0:30

Re: Sul significato del termine battere...

#3 Messaggioda GIMUSI » mercoledì 16 ottobre 2019, 15:31

Sì il termine "battere" può essere usato cn significati differenti che dipendono dal particolare contesto, ad esempio:

- [math] batte [math] significa che $\frac{n}{\log n}\to \infty$ poiché entrambe le successioni tendono a infinito

ma

- [math] batte [math] significa che[math] poiché entrambe le successioni tendono a zero

o per le funzioni

- per [math] diciamo che [math] batte [math] perché [math]

e così via.

Per l'o-piccolo invece il discorso è differente in quanto il suo utilizzo risponde ad una precisa definizione, diciamo che in generale (definizione ortodossa):

[math]

e quando [math] nell'intorno del punto considerato (o solo "pochi" punti che possiamo escludere) la definizione ortodossa è equivalente a questa

[math]
GIMUSI


Torna a “Limiti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti