Isometrie dello spazio 2

Sistemi lineari, vettori, matrici, spazi vettoriali, applicazioni lineari
Messaggio
Autore
Avatar utente
GIMUSI
Cultore della matematica di base
Cultore della matematica di base
Messaggi: 1102
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 0:30

Isometrie dello spazio 2

#1 Messaggioda GIMUSI » domenica 16 febbraio 2014, 16:11

allego le soluzioni :?: con svolgimento :?: del test n.53 “Isometrie dello spazio 2”

segnalo che negli esercizi del punto 2 denominati "e" "t" "v" non sono riuscito ad individuare gli elementi geometrici secondo la classificazione

vi sottopongo inoltre alcuni dubbi:

- nella classificazione con un solo punto fisso della lezione 49 si è parlato solo di rotazione rispetto ad una retta + simmetria rispetto ad un piano ortogonale alla retta; la simmetria centrale è un caso particolare di questa?

- sempre nella lezione 49 è stato illustrato il metodo della ricerca delle matrici di simmetria mediante cambio di base; non riesco a cogliere del tutto il motivo per cui nel caso della simmetria rispetto al piano la base scelta possa anche non essere ortonormale; è forse legato al fatto che la matrice di simmetria oltre che ortogonale è anche è simmetrica?

[EDIT]
qui nel seguito ho postato la soluzione completa dell'esercizio 2.e secondo le indicazioni date dal prof. Gobbino; non ho completato gli esercizi "t" e "v" per i quali si può applicare lo stesso procedimento
Allegati
AL_Esercizi - Test 53 - ISOMETRIE DELLO SPAZIO 02.pdf
(1.98 MiB) Scaricato 87 volte
Ultima modifica di GIMUSI il sabato 12 aprile 2014, 22:21, modificato 1 volta in totale.
GIMUSI

Avatar utente
Massimo Gobbino
Amministratore del Sito
Amministratore del Sito
Messaggi: 1981
Età: 50
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2004, 20:00
Località: Pisa
Contatta:

Re: Isometrie dello spazio 2

#2 Messaggioda Massimo Gobbino » martedì 18 marzo 2014, 12:27

Sono rimasto indietro nel seguire le discussioni ...

GIMUSI ha scritto:segnalo che negli esercizi del punto 2 denominati "e" "t" "v" non sono riuscito ad individuare gli elementi geometrici secondo la classificazione


Quando c'è un solo punto fisso (diciamo che sia l'origine) è sempre rotazione rispetto ad una retta + simmetria rispetto al piano *ortogonale* alla retta. Volendo è tutto contenuto in autovalori ed autovettori: la retta è l'autospazio di -1, e l'angolo di rotazione è l'argomento dei 2 autovalori complessi coniugati.

GIMUSI ha scritto:nella classificazione con un solo punto fisso della lezione 49 si è parlato solo di rotazione rispetto ad una retta + simmetria rispetto ad un piano ortogonale alla retta; la simmetria centrale è un caso particolare di questa?


Sì: rotazione di 180 gradi rispetto ad una qualunque retta (diciamo l'asse z) + simmetria rispetto al piano ortogonale (z=0). La particolarità sta nel poter scegliere una qualunque retta, un po' come si potrebbe dire che l'identità è la rotazione di 0 gradi intorno ad una qualunque retta.

GIMUSI ha scritto:sempre nella lezione 49 è stato illustrato il metodo della ricerca delle matrici di simmetria mediante cambio di base; non riesco a cogliere del tutto il motivo per cui nel caso della simmetria rispetto al piano la base scelta possa anche non essere ortonormale; è forse legato al fatto che la matrice di simmetria oltre che ortogonale è anche è simmetrica?


Nel pdf non ne vedo traccia. Penso che intendessi semplicemente dire che basta scegliere una base v1, v2, v3 con v1 e v2 base del piano e v3 ortogonale al piano, e poi determinare l'applicazione lineare tale che manda v1 in v1, v2 in v2, e v3 in -v3. L'unica cosa che serve è che v3 sia ortogonale a v1 e v2, il resto non conta.

Avatar utente
GIMUSI
Cultore della matematica di base
Cultore della matematica di base
Messaggi: 1102
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 0:30

Re: Isometrie dello spazio 2

#3 Messaggioda GIMUSI » martedì 18 marzo 2014, 22:21

Massimo Gobbino ha scritto:Sono rimasto indietro nel seguire le discussioni ...

GIMUSI ha scritto:segnalo che negli esercizi del punto 2 denominati "e" "t" "v" non sono riuscito ad individuare gli elementi geometrici secondo la classificazione


Quando c'è un solo punto fisso (diciamo che sia l'origine) è sempre rotazione rispetto ad una retta + simmetria rispetto al piano *ortogonale* alla retta. Volendo è tutto contenuto in autovalori ed autovettori: la retta è l'autospazio di -1, e l'angolo di rotazione è l'argomento dei 2 autovalori complessi coniugati.


ok sulla classificazione retta + piano ortogonale...mi era chiara...è che non avevo idea sul metodo per determinare la retta e il piano...proverò a risolvero secondo queste indicazioni :)

Massimo Gobbino ha scritto:
GIMUSI ha scritto:nella classificazione con un solo punto fisso della lezione 49 si è parlato solo di rotazione rispetto ad una retta + simmetria rispetto ad un piano ortogonale alla retta; la simmetria centrale è un caso particolare di questa?


Sì: rotazione di 180 gradi rispetto ad una qualunque retta (diciamo l'asse z) + simmetria rispetto al piano ortogonale (z=0). La particolarità sta nel poter scegliere una qualunque retta, un po' come si potrebbe dire che l'identità è la rotazione di 0 gradi intorno ad una qualunque retta.


chiaro :)

Massimo Gobbino ha scritto:
GIMUSI ha scritto:sempre nella lezione 49 è stato illustrato il metodo della ricerca delle matrici di simmetria mediante cambio di base; non riesco a cogliere del tutto il motivo per cui nel caso della simmetria rispetto al piano la base scelta possa anche non essere ortonormale; è forse legato al fatto che la matrice di simmetria oltre che ortogonale è anche è simmetrica?


Nel pdf non ne vedo traccia. Penso che intendessi semplicemente dire che basta scegliere una base v1, v2, v3 con v1 e v2 base del piano e v3 ortogonale al piano, e poi determinare l'applicazione lineare tale che manda v1 in v1, v2 in v2, e v3 in -v3. L'unica cosa che serve è che v3 sia ortogonale a v1 e v2, il resto non conta.


cerco di spiegarmi meglio...nel caso della rotazione rispetto ad una retta la base da impiegare deve essere ortonormale e questo mi torna dato che la matrice da cui si parte è riferita alla base canonica...mentre nel caso della simmetria rispetto ad un piano non risulta indispensabile che la base scelta sia ortonormale...anzi non deve nemmeno essere ortogonale...mi interrogavo sul perché ci fosse questa differenza tra i due casi...ma è un dubbio non essenziale...credo :)
GIMUSI

Avatar utente
Massimo Gobbino
Amministratore del Sito
Amministratore del Sito
Messaggi: 1981
Età: 50
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2004, 20:00
Località: Pisa
Contatta:

Re: Isometrie dello spazio 2

#4 Messaggioda Massimo Gobbino » mercoledì 19 marzo 2014, 10:33

GIMUSI ha scritto:cerco di spiegarmi meglio...nel caso della rotazione rispetto ad una retta la base da impiegare deve essere ortonormale e questo mi torna dato che la matrice da cui si parte è riferita alla base canonica...mentre nel caso della simmetria rispetto ad un piano non risulta indispensabile che la base scelta sia ortonormale...anzi non deve nemmeno essere ortogonale...mi interrogavo sul perché ci fosse questa differenza tra i due casi...ma è un dubbio non essenziale...credo :)


Nulla è indispensabile, per ogni applicazione lineare basta sapere dove va una base ed il gioco è fatto. Ora caso per caso uno cerca la base in maniera furba in modo da sapere facilmente determinare dove va a finire. Nel caso della simmetria è comodo prendere vettori che vadano in + o - se stessi, senza troppe complicazioni, dunque volendo la semplicità nasce dall'avere un'autospazio di dimensione 2 sul quale si può giocare. Per la rotazione è più complesso, nel vero senso del termine, perché ci sono 3 autovalori distinti, di cui appunto 2 complessi, e quindi ci sono molti più vincoli sulla base jordanizzante, che alla fine è quella in cui la rotazione assume la sua forma usuale (che poi è quella canonica).

Avatar utente
GIMUSI
Cultore della matematica di base
Cultore della matematica di base
Messaggi: 1102
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 0:30

Re: Isometrie dello spazio 2

#5 Messaggioda GIMUSI » sabato 12 aprile 2014, 22:18

Massimo Gobbino ha scritto:Sono rimasto indietro nel seguire le discussioni ...

GIMUSI ha scritto:segnalo che negli esercizi del punto 2 denominati "e" "t" "v" non sono riuscito ad individuare gli elementi geometrici secondo la classificazione


Quando c'è un solo punto fisso (diciamo che sia l'origine) è sempre rotazione rispetto ad una retta + simmetria rispetto al piano *ortogonale* alla retta. Volendo è tutto contenuto in autovalori ed autovettori: la retta è l'autospazio di -1, e l'angolo di rotazione è l'argomento dei 2 autovalori complessi coniugati.


ho finalmente completato l'esercizio 2.e secondo queste indicazioni ed ora è tutto molto più chiaro...con lo studio degli autovalori si determinano bene la retta,la rotazione ed il piano ortogonale

...la corrispondenza tra l'autospazio relativo all'autovalore -1 e la retta introno alla quale avviene la rotazione è chiaro

...per quanto riguarda la corrispondenza tra la rotazione intorno alla retta e l'argomento degli autovalori complessi e coniugati, se ho capito bene, si spiega col fatto che per una matrice di rotazione gli autovalori complessi sono:

cos\theta \pm i sen \theta

per completare l'esercizio ho anche determinato la scomposizione di A=SR secondo le due matrici:

- R di rotazione intorno alla retta

- S di simmetria attorno al piano ortogonale

posto qui di seguito l'esercizio 2.e completato :)
Allegati
AL_Esercizi - Test 53 - ISOMETRIE DELLO SPAZIO 02_es06_rev01.pdf
(323.08 KiB) Scaricato 64 volte
GIMUSI

antonio
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 4
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2016, 16:46

Re: Isometrie dello spazio 2

#6 Messaggioda antonio » sabato 21 luglio 2018, 15:45

Esercizio 2 punto (o) : non mi torna l'espressione data dall'esercizio con la matrice della soluzione.

Mi sfugge qualcosa ?

Avatar utente
GIMUSI
Cultore della matematica di base
Cultore della matematica di base
Messaggi: 1102
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 0:30

Re: Isometrie dello spazio 2

#7 Messaggioda GIMUSI » lunedì 27 agosto 2018, 15:53

antonio ha scritto:Esercizio 2 punto (o) : non mi torna l'espressione data dall'esercizio con la matrice della soluzione.

Mi sfugge qualcosa ?


sì certamente hai ragione la matrice associata è

[math]

grazie per la segnalazione :)
GIMUSI


Torna a “Algebra Lineare”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti